Una carezza di vento per l’ultimo addio – video

Ghazal Alaa Al Rifae 2 agosto 2013 Nawa Dara'àNawa, Dara’à-  2 agosto 2013

Ancora una. Ancora una bambina morta in Siria a seguito degli incessanti bombardamenti.

Si chiamava Ghazal Alae Al Rifae. Avrà avuto due o tre anni.

E’ morta come muoiono gli angeli, in silenzio, Il suo corpicino esanime in una pozza di sangue.

E’ morta a Dara’à, la città diventata simbolo della violenza del regime contro i bambini.

Intorno il silenzio, la desolazione.

Non sappiamo che fine abbia fatto la sua famiglia.

Si vede solo un innocente senza vita, presa in braccio da un giovane incredulo di fronte a tanta atrocità.

Ma gli angeli sono sempre angeli.

Così passa di lì il vento; una carezza amorevole sui suoi capelli, per un addio pieno d’amore.

 

Annunci