Ho solo un braccio, ma mi basta per vendere le caramelle

Aleppo 23 maggio 201323 maggio 2013, Aleppo

I piccoli venditori di dolci, verdura, cancelleria, oggettistica varia purtroppo non sono una rarità nei paesi poveri e nei paesi colpiti dalle guerre. Prima dell’inizio dei bombardamenti in Siria c’erano bambini costretti dalla povertà a lavorare, ma ringraziando Dio la maggior parte dei bambini viveva la propria infanzia spensieratamente.

Non sappiamo quando il ragazzino nella foto abbia perso il braccio destro, ma sappiamo in che condizioni si trova oggi: su una strada con la sua esposizione di dolcetti e caramelle; non chiede la carità, si dà da fare per guadagnarsi da vivere.

E’ un esempio di dignità e coraggio per tutti. Quest’immagine dovrebbe farci riflettere su quali siano davvero i valori che contano; dovrebbe spingerci a domandarci cosa stiamo facendo delle nostre vite, cosa stiamo insegnando ai nostri figli.

 

Annunci