I protagonisti della Siria di domani – video 1

Binnish 20 novembre 201320 novembre 2013 – Binnish, provincia di Idlib

Sei bambini, circondati da alcuni parenti, accarezzano e baciano il volto esanime del giovane padre. Siedono intorno a lui per l’ultimo addio, con quella loro gestualità semplice, tanto affettuosa, quanto triste. Loro padre, As’aad Mohamed, non può più sentirli; il corpo è ricoperto di sangue; non c’è nemmeno un sudario per lui, non c’è un fiore; ci sono solo lacrime e dolore, ci sono solo gli occhi increduli dei suoi figli, ancora troppo piccoli per comprendere cosa sia la morte. Per comprendere che ora sono orfani, che l’uomo che li ha cresciuti ed amati non tornerà più.

Una scena che si ripete ogni giorno in Siria, dove ci sono ormai milioni di bambini orfani; una scena che ha un impatto fortemente evocativo. Proviamo a guardare questi piccoli sotto un’altra luce: sono il presente della Siria. Sono anche il suo domani. Immaginiamo che non siedano intorno al corpo senza vita del padre, ma ad un tavolo dei negoziati: di fronte a loro c’è tutto il peso di un presente disumano, dove si convive con la violenza, con le privazioni, con il sangue, il dolore, la morte. Intorno a loro ci sono tutte le incertezze di un futuro che sembra non offrire vie d’uscita, speranze. Di cosa discuteranno? Quali saranno i loro orizzonti, i loro sogni? Riusciranno mai a pensare ad un mondo senza armi,

Questa generazione di bambini siriani sta crescendo derubata della propria infanzia; conosce cosa sono i carro armati, le bombe, i proiettili, ma spesso non sa nemmeno cosa sia una scuola, cosa siano i giocattoli, le caramelle, i colori.  Spesso non hanno di che mangiare; per loro non ci sono medicinali, né assistenza psicologica. Devono curare le proprie ferite da soli, aiutati  a volte da adulti a loro volta feriti, umiliati, privati della loro dignità.

Questa è la Siria di oggi. Questi sono i protagonisti della Siria di domani.

Annunci