Homs, photogallery dell’esodo dei civili

1013510_591697334251068_785168407_n10 febbraio 2014 – Homs

Non ci sono vincitori, né vinti quando c’è un popolo in fuga. C’è l’intera umanità che perde. Dopo le bombe, i cecchini, le rappresaglie, l’assedio, la fame, gli stenti… il ricatto arriva la fuga, ancora tra le bombe.

Fiori strappati dalle proprie radici per andare a morire lontano e fiori che periranno lì dove sono. Condannati a morte per aver chiesto libertà. Cosa c’è di umano in tutto ciò?

Cosa racconteremo ai bambini della Homs assediata quando ci chiederanno perché hanno subito tante atrocità?

Cosa diremo quando ci chiederanno cosa stavamo facendo mentre si metteva in atto la condanna a morte dei loro padri e si eseguiva la loro diaspora?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci