Partita la campagna: Break siege – Rompete l’assedio sulle città siriane

Homs sotto asssedio 30 novembre 2013L’assedio in Siria – Parte la campagna mondiale per chiederne l’immediata rottura

Vi segnalo la pagina:

https://www.facebook.com/BreakSiegeSyria che racconta la drammatica situazione in cui sono costretti oltre 1 milione e mezzo di civili, di cui oltre la metà bambini. Le zone assediate sono: la città vecchia di Homs, la località orientale di Al Ghouta, Daraiya, Al Moaddamieh, la periferia meridionale e quella orientale di Damasco.

Rapporto dal quartiere Al Qadam, periferia meridionale di Damasco, sotto assedio da 305 giorni; è iniziato il 2 gennaio del 2013.
  • Numero degli abitanti del quartiere: 40 mila;
  • Numero delle famiglie presenti nella zona assediata: 350; prima dell’inizio dell’assedio erano 3500;
  • La zona è sotto assedio da circa 10 mesi; negli ultimi 3 mesi, inoltre, l’assedio è diventato ancora più pesante, con l’assoluto impedimento dell’ingresso nella zona di viveri e medicinali;
  • Nella zona mancano generi di prima necessità come: farina, riso, zucchero, latte per bambini, medicinali;
  • Nella zona manca la corrente elettrica, l’acqua corrente e il combustibile per il riscaldamento;
  • La mancanza di medicinali nella zona costituisce un’emergenza: a causa della mancanza di medicinali, di antivirali e di personale medico qualificato spesso si è costretti a ricorrere all’amputazione degli arti;
  • Nel quartiere di registra almeno un caso di decesso per mancanza di cure.

E’ stata parzialmente distrutta una scuola e ne sono state distrutte completamente  altre due; è stato raso al suolo il locale ambulatorio e attualmente non sono in funzione né ospedali, né farmacie. La corrente elettrica manca dal 1 novembre 2012; non si hanno dati dettagliati sul numero di donne e bambini e sulla loro età. Gli sfollati da questa zona sono oltre 500 mila; i feriti in pericolo di vita attualmente sono circa cinquanta.

Break siege Qadam

 

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: