Un sudario per due: accade ad Al Qusayr, dove 40 mila civili sono sotto assedio

Al Qusair 19 maggio 201319 maggio 2013 Al Qusayr – Homs

“In questa città ci sono oltre 40 mila civili che vivono sotto assedio; da questa mattina abbiamo contato almeno 1000 ordigni. Siamo costretti a dividere il sudario in due pezzi per poter coprire tutti i morti. Qui ce ne sono 13 adesso, ma ce ne sono decine che non riusciamo a raggiungere. I feriti sono più di 70.  La comunità internazionale continua a parlare con bashar al assad che ci ha condannato a morte. Oltre 40 mila persone subiranno la fine di questi martiri. Dovremo tutti rendere conto al Signore delle nostre azioni”.

E’ la denuncia drammatica del giovane Hadi Al Abdallah, un attivista di Homs impegnato nella comunicazione dei fatti e delle tragedie che si stanno consumando nella martoriata città di Homs. Siamo arrivati ad un punto in cui mancano persino i sudari. Proviamo ad interrogarci su quale possa essere  la situazione del cibo e dei medicinali in una città dove non arrivano aiuti, dove persino al momento della morte bisogna sacrificare la dignità dell’ultimo drappo e condividerlo con un altro innocente.

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: