Ogni vittima aveva un volto, un nome, una vita

Othama Alshogri, vittima della strage di Albayda 2 maggio 2013Per non dimenticare, perché il silenzio ha lo strano potere di provocare amnesia…

Per non dimenticare, perché dietro ad ogni bollettino di morte che si aggiorna ci sono delle vita spezzate…

Per non dimenticare, perché non dare un viso ed un nome alle vittime le rende meno umane…

Per non dimenticare, perché non esistono esseri superiori ad altri…

Per non dimenticare, perché un’atrocità taciuta rende complici…

Per  non dimenticare, perché una verità ignorata diventa una colpa…

Per non dimenticare: il ragazzo nella foto si chiamava Othman Alshoghri ed è una delle vittime del massacro di Al Bayda, a Baniyas, in cui centinaia di persone, civili inermi, sono state trucidate con armi bianche.

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: