Una scritta sul muro: “O assad o nulla” – video

02 maggio 2013 – Alshuha, periferia di Hama

Hama 2 maggio 2013Video che documenta il saccheggio, da parte delle milizie del regime, di ciò che resta delle abitazioni dei civili prese di mira dai bombardamenti. Le case sono squarciate e ciò che era al loro interno è stato portato via dagli squadroni del regime, che sulle mura violate hanno scritto: “O assad o nulla”, “Se tornate qui troverete noi, gli uomini di assad”, “assad è nostro signore”. Non è bastato loro sganciare ordigni contro quelli che dovrebbero essere i loro stessi connazionali, le loro stesse famiglie; non è bastato loro uccidere, ridurre la gente nella disumana condizione di profughi; hanno voluto lasciare la propria firma, le proprie minacce intrise di sangue.

A terra, in mezzo alla polvere, alcuni abiti di bambini, libri, quaderni,  effetti personali di una famiglia che non c’è più. Chissà dove sono quella madre e quel padre che un giorno hanno coronato il loro sogno d’amore  si sono sposati, hanno avuto dei figli… saranno tutti morti? saranno nelle tende dei campi profughi?

Così il criminale assad ha ridotto la Siria. Così i suoi fedelissimi hanno violato la sacralità della vita delle persone, la sacralità delle loro case, delle loro città. Il popolo siriano merita di tornare a vivere, libero, fiero e padrone della sua esistenza.

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: