Se vuoi trovare la morte, segui questo attivista di Homs – video

Homs 26 ottobre 201326  marzo 2013, Homs – Per capire da cosa fuggono i civili siriani

“Death following an activist from Homs”: se vuoi trovare la morte, segui questo attivista di Homs.

E’ il drammatico titolo del video girato sette mesi fa a Homs, nella zona assediata della città vecchia. Il media attivista, cogliendo l’occasione della momentanea disponibilità della copertura telefonica e di internet stava girando video-denuncia per documentare la drammatica situazione nella città, in particolare nei 14 quartieri centrali, dove oltre 400 famiglie vivono isolate dal mondo.

Mentre girava il video è iniziato un massiccio bombardamento che ha preso di mira una zona residenziale ancora abitata, dove sorgono antiche chiese e moschee. Fumo ovunque, un passante si sente male, molte case sono state lesionate.

L’audio di questo video, forse ancor più che le immagini, è agghiacciante e non ha bisogno di essere commentato.

Contattato più tardi il giovane reporter aveva affermato che c’erano stati diversi feriti, ma nessun decesso. I feriti   sarebbero stati soccorsi solo negli ospedali da campo, che sono ormai erano già allo stremo.

Sono passati sette mesi da allora è la situazione nella città vecchia di Homs è ulteriormente peggiorata. La denuncia dei media attivisti è che sempre più persone, in particolare bambini, stanno morendo per gli stenti a cui sono costretti da così tanto tempo.

 

Annunci