Taraq: quando lo chiamavano “ometto” non sapevano che non sarebbe mai diventato grande

Tareq Adnan Baydun Erbin 9 maggio 20139 maggio 2013 – Erbin

Il bambino nella foto si chiamava Tareq Adnan Baydun. Tareq era un bambino intelligente, delicato; amava farsi chiamare “ometto” e si atteggiava come tale: i capelli erano sempre in ordine, le scarpe dovevano essere sempre uguali a quelle del papà, anche se non erano comode per correre con gli amici. Ma Tareq non era interessato a correre per giocare, Tareq aveva solo fretta di diventare grande.

Ma la vita di Tareq si è spezzata per sempre. L’ometto non diventerà mai grande. Non guiderà mai l’auto di papà, né mai vedrà spuntare la barba. Non diventerà mai padre. Non assaporerà le gioie della vita di un adulto, ma almeno ha smesso di subire i dolori che la guerra infligge agli innocenti.

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: