Cosa accede in Siria? Reportage in presa diretta da Aleppo – video

???????????????????????????????Dall’altra parte del mare, al di là dell’Adriatico, la Siria.

Questo è il primo cortometraggio sul viaggio che ho intrapreso lo scorso agosto in Siria; è il racconto della vita quotidiana ad Aleppo, un tempo cuore culturale ed economico della Siria, oggi una città martoriata, devastata, dove i civili convivono con la morte.

Un viaggio attraverso il dolore, la sofferenza, la paura, l’impotenza, ma anche la dignità, il coraggio, la speranza di un popolo che per millenni ha accolto esseri umani in fuga dalle guerre e dalle persecuzioni e che oggi sta affrontando una vera e propria diaspora, per salvarsi da un genocidio che ha già causato oltre 150 mila vittime accertate.

Per alcune persone incontrare un giornalista era una misericordia, perché un giornalista è un testimone, un contatto con il mondo esterno. Per altre i giornalisti sono una categoria molto scomoda…

Sono partita come freelance, autofinanziandomi il viaggio, comprando una fotocamera  – non professionale, ma buona – e prendendo in prestito la telecamera con cui ho girato queste immagini. Ho poi montato, sottotitolato e adattato le riprese, realizzando questo filmano di 26 minuti circa. Con un budget pari a zero, ma una forte motivazione.

Un flash, una panoramica, un’immersione totale nella vita dei civili siriani nelle città bombardate.Quello che non si racconta, quello che è realtà da ormai oltre 32 mesi, quello che si censura, che nessuno vuole vedere e lasciar vedere. Vorrei ringraziare di cuore le meravigliose persone che mi hanno accompagnata e mi hanno portata sui luoghi di questa immane tragedia che si sta consumando dall’altra parte del mare

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: