Libertà per le donne siriane: Leila e Alae, madre e figlia, sequestrate dal regime

sequestrate il  marzo 2013 Leila e Alae sono due donne ingegnere siriane. Sono madre e figlia. Sono state rapite dal regime il 2 marzo 2013. Da allora non si hanno più loro notizie.

Le pagine di Latakia dedicate alla rivolta in Siria chiedono il loro rilascio ed esprimono ansia per la sorte di queste due donne.

Ricordiamo che il regime di assad usa sistematicamente la tortura e lo stupro contro i detenuti.

Ricordiamo che il regime sequestra le persone per punirle delle loro idee.

Sono oltre 200 mila i siriani che si trovano nelle carceri di assad per reati di opinione.

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: