Agguato al regista siriano Muhammad Bayazid

Muhammad BayazidIl giovane regista e documentarista siriano Muhammad Bayazid è stato vittima di una brutale aggressione mentre si trovava a Istanbul. Un uomo si è avventato su Bayazid e lo ha accoltellato al petto. Il regista è stato trasportato in ospedale in condizioni gravi. Le autorità turche stanno effettuando le indagini e raccogliendo testimonianze per capire le dinamiche dell’accaduto e individuare il responsabile del tentato omicidio.

DKeBYCEXcAE3KxSBayazid è un famoso e pluripremiato regista di origine siriana con passaporto americano, come la moglie Samah Safi, anche lei regista. Entrambi sono noti come oppositori del regime siriano e per il loro impegno in favore della divulgazione delle notizie sul dramma dei civili siriani. L’ultimo lavoro al quale stava lavorando Bayazid riguarda il famigerato carcere di Tadmor, Palmira, uno dei peggiori centri di detenzione e tortura i Siria dai tempi di Hafiz al Assad. Lo scorso 2 ottobre la coppia Muhammad – Samah era a Oxford per ritirare due premi relativi ai film Fireplace (2017)  e Orshena (2016), entrambi dedicati alle devastanti conseguenze sui civili della guerra in Siria.

Solo poche settimane fa, sempre a Istanbul, erano state uccise la giornalista Halla Barakat e sua madre, l’attivista per i diritti umani Auruba. Tra gli oppositori siriani c’è grande preoccupazione e paura per queste aggressioni mirate ai loro danni.

DKeBYCFX0AAwile.jpg        DKeBYCEXoAA2JNk

 

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: