Ancona, fiaccolata di solidarietà con la Siria per il IV anno di genocidio

DSCN3956Per ricordare le vittime e ribadire le ragioni del popolo siriano che chiede libertà contro la tirannia e il terrorismo, in tutto il mondo e in diverse città italiane ci sono state, nel weekend che si sta concludendo, manifestazioni, sit-in, flashmob ed eventi. Espressioni di vicinanza alla sofferenza di un popolo inerme che sta vivendo un’emergenza umanitaria, sociale e politica senza precedenti e che è stato abbandonato dalla diplomazia internazionale.

Le Marche e la città di Ancona, impegnate già dal 2011 per sostenere i civili siriani, hanno organizzato, per l’occasione, una fiaccolata di solidarietà che si è svolta sabato 14 marzo 2015 a partire dalle ore 18:00, con avvio del corteo da Piazza Roma. Una manifestazione doverosa per ricordare le vittime dimenticate e far arrivare al mondo la voce dei bambini, delle donne, dei giovani e degli anziani che vivono sotto la continua minaccia dei bombardamenti e delle violenze, che sono stati costretti ad abbondare le loro case e a rifugiarsi nelle tendopoli o nei campi profughi, affrontando l’ennesimo inverno al freddo, tra gli stenti. I presenti hanno voluto denunciare che da quattro anno i bambini non vanno a scuola, il sistema medico sanitario è paralizzato, la millenaria convivenza tra etnie e religioni diverse è minacciata.

Hanno partecipato tante persone che credono nella sacralità della vita umana, nell’autodeterminazione dei popoli, nell’uguaglianza, nel diritto alla libertà e alla partecipazione. Invitiamo autorità civili, religiose, politiche e culturali ad unirsi al corteo. L’invito è stato esteso  alle madri e i padri di famiglia affinché pensino ai bambini siriani come se fossero i loro figli. Tra i presenti tante persone che hanno preso a cuore la causa siriana, le associazioni di volontariato italo siriane Onsur e Ossmei, studenti, insegnanti, volontari di Amnesty Ancona, la Comunità Islamica delle Marche, giornalisti e fotografi.

Lo slogan dell’evento era: “Accendiamo una candela per la memoria e la speranza in Siria”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: