Campo profughi di Atmeh: 26 mila anime in lotta per la sopravvivenza

Atmeh Campo profughi di Atmeh – Siria, zona di confine con la Turchia 26 mila sfollati siriani, fuggiti alle violenze del regime, sono accampati in questo campo, in condizioni di assoluta precarietà, subendo la rigidità dell’inverno, caratterizzato quest’anno da abbondanti piogge e nevicate e l’arsura dell’estate. Un’infinita distesa di tende dove hanno trovato rifugio interi nuclei famigliari; circa metà dei profughi sono bambini. Il campo è stato aperto nel settembre 2012; bel 10 mila persone sono arrivate negli ultimi due mesi. Le condizioni igieniche non sono buone e con l’arrivo del caldo i medici temono il diffondersi di epidemie. Il campo doveva essere un punto di passaggio verso la Turchia, ma è diventato, invece, un centro d’accoglienza. In Siria ci sono almeno 6 milioni di sfollati.

Non lasciamo sole queste persone: proviamo a pensare a cosa significhi vivere in simili condizioni. Proviamo a pensare se, dall’oggi al domani, ci trovassimo senza casa, senza i nostri oggetti personali, senza soldi, senza servizi igienici degni di essere chiamati con questo nome. Aiutare i profughi siriani è nostro dovere.

Possiamo donare contattando:

Onsur, Campagna mondiale di sostegno al popolo siriano https://www.facebook.com/Onsur.Italia?fref=ts

Ossmei, Organizzazione siriana dei servizi medici e di emergenza sanitaria https://www.facebook.com/OSSMEI?fref=ts

 

Annunci